BELLE DA VEDERE BUONA DA MANGIARE

Come scegliere e coltivare nell'orto le verdure che rallegrano la vista e deliziano il palato

Coltivare verdure a foglia e ortaggi (i frutti dell'orto) richiede impegno e fatica, ma portare in tavola prodotti freschi e sani è un piacere per il palato e la salute. Ed è possibile appagare anche l'occhio, puntando su varietà inusuali, buonissime da mangiare e bellissime da vedere. Non sempre sono reperibili sul mercato in forma di piantina già pronta per la messa a dimora,  per cui dovrete cimentarvi nell’impresa della semina. L’operazione, un poco più laboriosa, vi consentirà di coltivare delle varietà originali che porteranno una nota di colore al vostro orto, aumentandone il valore ornamentale.
Per far sì che le verdure siano più valorizzate, preparate delle aiuole per ospitarle in file ordinate, oppure, se ne avete la possibilità, create dei cassoni rialzati, che avranno anche il vantaggio di offrire maggiore drenaggio al terreno.

Ecco un elenco di varietà su cui puntare.
Bietola a foglia rossa, rosa, arancione o gialla; cavolfiore violetto, conosciuto anche come Violetto di Sicilia; cavolo verza gigante; cavolo Kale, le cui foglie durante la stagione fredda tendono ad arrossarsi; melanzana bianca, verde (Green Thai), gialla striata di verde (Striped Toga) e arancione (Turkish Orange); pomodorino giallo del Piennolo (tipico della zona del Vesuvio) o pomodori Brandywine Yellow, Golden Sunray, Jubilee (tutti gialli); fagiolini viola (Purple Plum o Trionfo Violetto), zucchine bianche, gialle (Gold Rush), sferiche o a forma di piccola trottola.
Non dimenticate di aggiungere qualche fila di aglio, Allium sativum, che fornisce un fiore molto gradevole e ornamentale; per lo stesso motivo, puntate sull'erba cipollina. E poi, concedetevi anche altre varietà di cui vi colpisca l'aspetto, visionandole e acquistandole da fornitori online o alle mostre vivaistiche specializzate. Per un ulteriore valore decorativo, potete delimitare le aiuole con piccole siepi di piante aromatiche di lavanda, o altri arbusti da fiore che hanno il vantaggio di attirare gli insetti impollinatori, così utili nell’orto.
E se avete solo un balcone? Pomodori ciliegini, fagiolini nani e insalatine da taglio in poco spazio (come i vasi rettangolari da ringhiera) vi garantiranno colore e sapore.
A seconda della stagione e della varietà, potrete seminare direttamente in piena terra e procedere in seguito a un diradamento della coltura; oppure avviare la semina nei primi mesi dell'anno in singoli contenitori in luogo protetto: quando le piantine saranno abbastanza cresciute, le metterete a dimora in piena terra. Come? Munitevi di un paio di picchetti e di una cordicella per tracciare le file ordinate e parallele. Con la zappa formate nel terreno dei solchi regolari alternati a cunette. In terreni ben drenati, con tendenza alla siccità, piantate all’interno dei solchi, mentre se avete un terreno che tende al ristagno idrico e che drena con difficoltà è indicato metterle a dimora sulla sommità delle cunette.

COMPOSIZIONI CREATIVE

Verdure e ortaggi offrono lo spunto per creare composizioni con i fiori dallo spirito naturale, in accordo con l' attuale tendenza della decorazione che prevede l'utilizzo di materiali semplici, recuperati da boschi e giardini, oppure appositamente coltivati nel rispetto dell'ambiente.
Lasciatevi ispirare dagli elementi forniti dal corso delle stagioni: delle taccole o dei baccelli di fagioli borlotti, oppure dei fagiolini viola, prima di finire in pentola potranno rivestire un semplice vasetto di vetro come quello della marmellata per ospitare i più bei fiori di stagione. Come si fa? Basta circondare con un elastico il vaso e poi infilare gli ortaggi, mimetizzando quindi l'elastico sotto qualche giro di cordoncino. Per bloccare i gambi dei fiori, preparate una sorta di sfera con della rete e inseritela nel vaso: dovrà essere di almeno 2 centimetri inferiore all'altezza del contenitore.